Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 18 novembre 2017 | Progetto Teeschools

Progetto Teeschools: in visita team di esperti tecnici greci e croati

Progetto Teeschols: team di esperti tecnici greci e croati in visita nelle scuole castellane
Entra nel vivo il progetto europeo “Teeschools - Trasferiamo l'efficienza energetica nelle scuole mediterranee”, finanziato dal fondo europeo per lo sviluppo regionale attraverso il programma Interreg Med, progetto al quale Castel San Pietro Terme partecipa in attuazione delle linee di mandato del sindaco Fausto Tinti. Fra le attività in pieno svolgimento c'è quella di diagnosi energetica degli edifici scolastici che il personale di Enea e del Comune stanno completando nelle scuole di Castel San Pietro Terme. In questo contesto, per favorire lo scambio di informazione e conoscenza fra i partner di progetto, un team internazionale di esperti tecnici provenienti da Grecia e Croazia, ha visitato nei giorni scorsi le scuole Albertazzi e Pizzigotti, assieme al team del Comune e ai ricercatori di Enea.

Scopo della giornata è stato quello di confrontare i diversi metodi di “Audit energetico” che, secondo le normative nazionali, si utilizzano per valutare le prestazioni degli edifici. L'obiettivo di questi incontri tecnici trans-nazionali è infatti quello di raggiungere una sintesi, valida per l'area mediterranea, delle metodologie di valutazione e degli obiettivi di innovazione necessari per trasformare gli edifici scolastici in “NZEB - Edifici ad energia quasi zero”, ovvero in grado di soddisfare il loro bassissimo fabbisogno energetico attraverso energia autoprodotta da fonti rinnovabili.


Intervento del presidente Stefano Trazzi all'incontro con il team internazionale

Castel San Pietro Terme, unico partner italiano assieme ad Enea (coordinatore del progetto), gioca un ruolo molto importante, essendo la sede del sito-pilota nazionale e mettendo a disposizione come casi-studio gli edifici scolastici del suo territorio (sono coinvolti i plessi Albertazzi e Pizzigotti, Don Milani, Sassatelli e Scappi, in entrambe le sedi). Il bagaglio di know-how che il Comune acquisirà attraverso la partecipazione alle attività di progetto fino al gennaio 2020 potrà fornire una base su cui costruire i progetti di rinnovamento degli edifici scolastici con l'obiettivo di trasformarli in edifici “Nzeb”.

La giornata si è svolta in un clima di collaborazione, affiatamento e condivisione degli obiettivi. Non è mancata la giusta dose di convivialità che ha fatto apprezzare agli ospiti greci e croati il calore e l'ospitalità di Castel San Pietro Terme e dei suoi cittadini.

Nei giorni precedenti il Progetto Teeschools era stato presentato e discusso in Consiglio Comunale. In seduta pubblica, il team di Progetto del Comune di Castel San Pietro Terme ha illustrato gli obiettivi, le attività in corso, quelle previste e le opportunità che potrebbero scaturire dalla partecipazione diretta, prima volta per il Comune castellano, al progetto e al suo consorzio internazionale composto da 11 partner provenienti da 6 Paesi dell'area mediterranea oltre alla Bosnia-Erzegovina. «Vorrei sottolineare che da parte di tutte le forze politiche si sono avuti riscontri positivi alla partecipazione del nostro Comune a questo importante progetto europeo» afferma il presidente del Consiglio comunale Stefano Trazzi che, in qualità di delegato dal sindaco Fausto Tinti a seguire i progetti europei in materia energetica del Comune di Castel San Pietro Terme, fa parte del gruppo di lavoro Teeschools, insieme a Mario Laghi, project manager, e Fabio Nassi, referente tecnico del progetto castellanoe Ege (esperto in gestione dell'energia).


La presentazione del progetto nel Consiglio Comunale del 30 ottobre 2017

Info: www.cspietro.it; https://teeschools.interreg-med.eu/



Il progetto Teeschools (Interreg Med) “Transfer Energy Efficiency to Mediterranean Schools", co-finanziato dal Fesr - Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, ha preso il via nel febbraio scorso e avrà la durata di 36 mesi, promuove lo sviluppo di sistemi innovativi per lo studio e l'ottimizzazione delle prestazioni energetiche degli edifici scolastici nell'area mediterranea e delle linee guida da seguire per migliorarne l'efficienza.
Capofila è l'italiana Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e il consorzio di progetto è formato da 15 istituzioni pubbliche e private di 7 Paesi europei: Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Italia e Spagna. Per l'Italia, oltre all'Enea, partecipano il Comune di Castel San Pietro Terme (partner attivo) e il Comune di Udine (partner associato).
Gli edifici scolastici castellani coinvolti sono: le scuole primarie Sassatelli e Albertazzi di Castel San Pietro Terme e Don Milani di Poggio, la scuola media F.lli Pizzigotti, e l'istituto alberghiero Scappi, sia la sede in viale Terme, sia la succursale in via Remo Tosi.

Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl