Sostegno psicologico ai ragazzi: il Comune assegna 7mila euro alle scuole e 1500 alle associazioni

Pubblicata il 15 dicembre 2021 | Salute

La Giunta comunale di Castel San Pietro Terme ha destinato fondi straordinari per fornire un sostegno psicologico a bambini e ragazzi che hanno particolarmente sofferto per le conseguenze delle limitazioni imposte dalla pandemia. L'impegno dell'assessorato a Scuola e Welfare e dall'assessorato alle Politiche Giovanili è pari a 8500 euro complessivi.

«Abbiamo ritenuto che l'azione più efficace in questo momento sia un sostegno psicologico rivolto ai ragazzi per riappropriarsi delle proprie sicurezze e ridurre le ansie dovute anche al periodo emergenziale vissuto in questi ultimi due anni e tuttora in corso – sottolineano gli assessori Giulia Naldi (Scuola e Welfare) e Fabrizio Dondi (Politiche Giovanili) -, sia potenziando le azioni di sostegno psicologico che gli istituti scolastici locali stanno già svolgendo nell'anno scolastico in corso per le età 3-13 anni, sia mediante il sostegno al terzo settore che sul territorio affronta queste problematiche».

In particolare sono stati destinati 7000 euro alle scuole del territorio comunale (di cui 5561 euro alle scuole pubbliche e 1439 euro alle scuole paritarie, in proporzione al numero degli studenti iscritti) con un progetto inserito nel “diritto allo studio” e 1500 euro con un bando rivolto alle associazioni. Al bando, che si è concluso nei giorni scorsi, ha partecipato l'associazione “Percorsi” con il progetto “Psicoterapie a costo 'sociale' per bambini, adolescenti, genitori e adulti. Fondo per famiglie con difficoltà economiche” al quale è stato concesso l'intero contributo.

Da un'analisi effettuata nei mesi scorsi sul tema fragilità, che ha visto coinvolte le scuole, l'ASP, i pediatri, la neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza dell'AUSL di Imola, e il terzo settore, è emerso che i disagi maggiori da un punto di vista relazionale e psico-emotivo sono stati vissuti dai giovani adolescenti e pre-adolescenti. In particolare si sono riscontrati una crescita dell'abbandono scolastico, sia in DAD che al ritorno a scuola, e un aumento delle richieste di appuntamenti agli sportelli d'ascolto da parte degli studenti. Inoltre la DAD ha causato carenza negli aspetti relazionali, mancanza di prossimità fisica, emotiva, relazionale con figure educative adulte importanti e adeguate. Il disagio psicologico in bambini e adolescenti si è manifestato con incremento disturbi del sonno e disturbi alimentari (obesità) e incremento di tic, stati ansiogeni, paure ad uscire, ipocondria, autolesionismo. Si è verificata una riacutizzazione di situazioni di bullismo fra i giovani, difficoltà della gestione emotiva e un aumento del disagio familiare vissuto dai minori, all'interno di famiglie fragili, con ulteriori tensioni, conflittualità accresciute, separazioni difficili.

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti